I segni di un viaggio : Marocco 17 – 24 Giugno 2023

Il nostro viaggio alla scoperta del Marocco è stato meraviglioso …

Dico “nostro” perché è stato il viaggio di un piccolo gruppo di persone che prima non si conoscevano e che giorno dopo giorno è diventata una piccola famiglia, guidata e nutrita con cura, sensibilità e grande professionalità da Kabir, il nostro timoniere, la nostra guida che ci ha accompagnati a scoprire questa terra splendida attraverso tutti e 5 i sensi.

I colori e i sapori delle spezie, il profumo e il sapore della menta, il canto dei galli a farci da sveglia, il potente richiamo del Muezzin che riecheggiava nell’aria, il caos frenetico delle strade di Marrakech in contrasto con la calma e il silenzio assordante del deserto…il deserto…che magia…lo abbiamo ascoltato, ne abbiamo ammirato i colori, abbiamo accarezzato la sua sabbia calda e dorata.

Non scorderò mai il momento in cui ci siamo seduti in cima a una duna ad attendere il tramonto, tutti e 6 vicini, in silenzio, ognuno con la propria storia e con i propri pensieri, ma accomunati in quel momento dalle stesse sensazioni magiche di attesa e di stupore di fronte a quello che è stato sicuramente il tramonto più magico della mia vita.

Il deserto poi ci ha accolti di notte con il suo silenzio innaturale e ci ha risvegliati con le luci e i colori di un’alba lenta e luminosa.
Seduti su una duna

Non scorderò mai poi la nostra ultima serata a Marrakech.

Abbiamo partecipato a una Cooking Class molto piacevole e divertente nella bellissima Bennounas Farm poi ci siamo seduti tutti intorno ad un tavolo a mangiare le cose che avevamo preparato con le nostre mani (ce la siamo cavata bene tutto sommato…).

Insieme al buon cibo e al buon vino sono circolati pensieri, emozioni, ricordi e ci siamo preparati al pensiero di tornare all’indomani tutti alle nostre vite, sicuramente meno soli e con gli occhi e l’anima pieni di bellezza.

La cucina del Marocco

Non cambierei davvero nulla del viaggio, che è stato organizzato in modo da farci vivere giornate intense (abbiamo visto davvero tantissime cose) e serene, senza preoccupazioni o pensieri.

Ho potuto liberare la mente, aprirmi all’incontro con il nuovo e l’inaspettato e godermi ogni momento.

Simona Plazzi

Quotidiano Travel

Il nuovo giro del mondo in 36 tappe firmato Link Tour

Quotidiano Travel

Il nuovo giro del mondo in 36 tappe firmato Link Tour

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque − quattro =

Torna su